16.11.09

Per esempio


Per esempio, lui è càunselor. Ha fatto càunselin. Ma va’, ha fatto càunselin? Sì, be’, anch’io ho fatto càunselin. Allora sei càunselor? Di’ giuro? Giuro. Anch’io sono càunselor. Dài, anche te? Bestiale. Ma sai che non l’avrei mai detto? E come mai hai fatto càunselin? Eh, mi ero rotta le palle di stare in negozio, poi un giorno una mia amica che faceva le borse di lana cotta, ma belle, eh, solo che anche lei si era rotta le palle, sempre in giro con la bancarella, allora suo cugino che aveva un bar e si era rotto le palle di fare cappuccini e stava pensando di fare càunselin anche lui, insomma, un giorno le ha detto ma perché non fai càunselin, io conosco uno che l’ha fatto e è una figata, cioè, frequenti questi gruppi nei uìchènd, tipo una volta a Roma, un’altra a Firenze, a Trento, che ne so, e in due anni, senza pressa, ti trovi tipo anche un amico che magari è un po’ in crisi e c’ha bisogno di parlare, tu gli fai sostegno, ti vale come pratica, ci scrivi la tesina e poi c’hai in mano un’alternativa, no? Una figata, ti dico. E così lei ha buttato un occhio in rete e effettivamente ha trovato ‘sta tipa che organizzava un corso a Bereguardo, una càunselor, una che prima faceva la ragioniera ma povera si era rotta un casino le palle, non ce la faceva proprio più, e allora si è iscritta a un corso di càunselin, è diventata càunselor e poi ha deciso di organizzarli lei, dei corsi. Allora questa mia amica si è decisa e era entusiasta, me ne ha parlato, voglio dire, è una molto seria, veramente, così ho pensato di farlo anch’io. Però io mi sono formata con un tipo a Rho, che mi era più comodo... Maddài, però, non lo sapevo che avevi fatto càunselin anche te. E allora? Hai svoltato? Voglio dire, c’hai dei clienti? Sì. Cioè, adesso io faccio il càunselor di settore, ho mollato la banca perché mi ero strarotto le palle, ho messo su il mio spazio e faccio il càunselor a tempo pieno. Grande! E dove? A casa mia. Ah, sei un frilèns. Sì, cioè, diciamo che ho cominciato con una specie di contratto a casa mia. Nel senso? Nel senso che faccio il càunselor condominiale. Il càunselor condominiale? Condominiale, sì, il càunselor condominiale. Sedute individuali e di gruppo. Ho cominciato col mio e adesso ne ho presi due in zona Città Studi e uno a Loreto. Di condominii, voglio dire. Ma sai che è una genialata? Cioè, in pratica ti sei specializzato. Giusto. Bisogna specializzarsi. Che gallo! Praticamente gli fai il càucing, ho capito bene? Eggià, quelli stan sempre a litigare. Senti posso rubarti l’idea? Conosco della gente alla Bovisa che... ma anche a San Donato, cazzo, ora che ci penso. Posso rubarti l’idea? Perché di questo càunselin puro, no, cioè di fare la càunselor càunselor, mi sarei tipo un po’ rotta le palle...

2 commenti:

sid ha detto...

sto morendo dalle risate.
geniale!
GE-NIA-LE!

malcelati 9 ha detto...

:)